IL GRANDE NORD

Tra vulcani, deserti, ghiacciai e cascate, l'Islanda è un paese tutto da scoprire
Mil-il-grande-nord1

Un incentive travel in Islanda by MIL. L’Islanda è vicina. In poco più di quattro ore di volo dall’Italia si arriva a Reykjavik. l’Islanda è lontana: un paesaggio inaspettato, insolito, fatto di deserti, montagne brulle, colate di ossidiana, crateri al cui interno si trovano laghi di acque calde, cascate e getti di vapore che escono dalla terra.

Lo spettacolo della natura è impressionante e d’estate le giornate non finiscono mai. I circa 300mila abitanti dell’isola, concentrati per lo più nella colorata capitale, d’estate si godono il miracolo della luce restando all’aperto ininterrottamente giorno e notte. li paese è interessante: potrebbe diventare, nei prossimi anni, la sede delle centrali dati di tutte le grandi società di informatica grazie alla sua posizione di confine tra il continente europeo e quello americano e alla possibilità di usare energia geotermica per
il raffreddamento dei server. L’indipendenza dal petrolio e la bassa aliquota fiscale per le imprese (15%) stanno attirando sull’isola l’attenzione di multinazionali come Google, Yahoo, Cisco, Microsoft.

un week end di emozioni

Ecco un weekend che, con una spesa di poco più di 2mila euro, permette di conoscere questa meraviglia boreale.
Mil-il grande nord

Ecco un weekend che, con una spesa di poco più di 2mila euro, permette di conoscere questa meraviglia boreale. Si parte il venerdì dall’Italia con arrivo a Reykjavik
nel pomeriggio. Il sabato, con una super jeep, visita del Parco Nazionale di Thingvellir, luogo di memoria storica (fu sede del primo Parlamento intorno all’anno Mille) e una delle maggiori attrazioni geologiche dell’isola: qui è visibile la spaccatura tra il continente eurasiatico e quello americano.

La domenica si può visitare la parte sudest dell’isola volando verso Hofn, base per l’escursione per il più grande ghiacciaio d’Europa che forma un’incredibile laguna di fiordi; oppure dirigersi a nordest, verso Husavik, famoso punto di avvistamento delle balene. Lunedì, prima della partenza, pausa relax nella famosissima laguna Blu, una stazione di acqua geotermale in mezzo a un campo di lava, attrezzata come spa.

PER OGNI STAGIONE

Anche se la parte più settentrionale dell’isola sfiora il Circolo polare artico, le temperature non sono proibitive in nessun periodo dell’anno. In settembre le giornate sono molto fresche (5-10 gradi), ma spesso luminose. Bisogna prevedere qualche pioggia e partire attrezzati. Giugno, luglio e agosto sono i mesi con le giornate più lunghe (qualcosa di simile alle notti bianche di San Pietroburgo). Settembre e ottobre permettono di godere le bellezze dell’isola in solitudine.

Chi ama cavalcare, per esempio, può farsi portare a un maneggio vicino alla capitale e provare i famosi cavalli islandesi, allevati da mille anni senza contaminazioni. Oltre al passo, trotto e galoppo, hanno un’andatura molto comoda, tipica di questa razza: una passeggiata con questi cavalli permette di assaporare i paesaggi islandesi al giusto ritmo.

COMPILA IL FORM E VERRAI CONTATTATO DAL NOSTRO STAFF

Open chat
Ciao,
Possiamo aiutarti?
Powered by